Casa Editrice Nord - Come è nato «Dannati», il mio nuovo romanzo

Editoriali

Editoriali
Come è nato «Dannati», il mio nuovo romanzo

Come è nato «Dannati», il mio nuovo romanzo

Glenn Cooper racconta come è nata l'idea per «Dannati»

Cooper Glenndi Glenn Cooper



Grazie al clamoroso successo della trilogia della Biblioteca dei Morti e dei romanzi successivi, Glenn Cooper si è imposto come autore di bestseller internazionali. In occasione dell'uscita di <i>Dannati</i> ci racconta come è nata l'idea per questo nuovo, sconvolgente romanzo.


Credo che questo nuovo romanzo sia una specie d'ideale continuazione del percorso tracciato nei miei libri precedenti. Mi ha spinto a esplorare i temi che mi stanno più a cuore... o forse dovrei dire che mi ossessionano: la natura del male, che ho affrontato nel Marchio del diavolo, e il mistero della vita dopo la morte, che ha rappresentato il cuore dell'Ultimo giorno e del Calice della vita.
Alla base di Dannati ci sono le mie riflessioni su cosa significhi agire secondo principi etici, sulle conseguenze delle nostre azioni e sulla possibilità che il bene trionfi anche nelle circostanze più terribili. Il male non muore mai: è lo slogan che il mio editore italiano ha ideato per presentarlo e, nella sua sintesi, mi sembra perfetto. In Dannati, ogni azione malvagia ha effetti che si ripercuotono nello spazio e nel tempo. Non è solo la vittima a esserne segnata, lo è anche chi le sta vicino e lo è persino il suo carnefice. Colui che compie il male è destinato all'Inferno. Per l'eternità.




9788842924654_dannati.jpg Il male non muore mai...

Immagina di trovarti all'improvviso in un mondo simile al nostro, ma completamente diverso.
Un mondo dove sono confinati tutti i malvagi vissuti sulla Terra dall'inizio dei tempi.
Un mondo dove tu sei l'unico «vivo».
Quel mondo è l'Inferno e tu hai un solo obiettivo: tornare a casa.

Scopri il romanzo più sconvolgente di Glenn Cooper -->

Scrivi un commento