Casa Editrice Nord - Witch & Wizard - Il dono

Narrativa fantastica

Narrativa fantastica

Witch & Wizard - Il dono

di James Patterson
Witch & Wizard - Il dono
titolo
Witch & Wizard - Il dono
ISBN
9788842921264
autore
James Patterson
collana
Narrativa Nord
dettagli
342 pagine, libro - cartonato con sovraccoperta
N. 1 del «New York Times»: due milioni di copie vendute
In un mondo dominato dal Nuovo Ordine, il regime autoritario che ha abrogato le leggi democratiche e proibito qualsiasi forma di libertà, due ragazzi lottano per la propria sopravvivenza e per la salvezza dell’umanità intera…

L’arena è gremita di spettatori in trepidante attesa. Sono stati tutti convocati per assistere a un evento eccezionale: l’esecuzione di Wisty Allgood, condannata a morte per stregoneria. Anche suo fratello Whit, mimetizzato tra la folla, osserva impotente la scena, con gli occhi velati di lacrime. Ma ecco che, in lontananza, scorge una lingua di fuoco innalzarsi verso il cielo. Un segno inconfondibile: è la magia di Wisty. Allora non è lei la ragazza che sta salendo sul patibolo! Col cuore gonfio di speranza, Whit lascia quel luogo di morte e corre a riabbracciare la sorella. Finalmente insieme, i due scappano dalla Città del Progresso e trovano rifugio nel quartier generale della Resistenza, dove un gruppo di giovani combatte per rovesciare il Nuovo Ordine e riconquistare la libertà. Tuttavia Whit e Wisty non possono certo dirsi al sicuro: l’Unico tra gli Unici ha scoperto di aver giustiziato la strega sbagliata e ha sguinzagliato decine di agenti alla ricerca di Wisty Allgood. Perché lei è la ragazza col Dono, la sola che potrebbe spezzare le catene del Nuovo Ordine…
Dopo Witch & Wizard: Il Nuovo Ordine, il secondo capitolo della straordinaria saga firmata da James Patterson, l’autore più venduto al mondo.
«Caratterizzato da una storia coinvolgente e azione mozzafiato, questo romanzo sembra fatto apposta per diventare un film.» Los Angeles Times «Un susseguirsi di colpi di scena che tengono col fiato sospeso fino all'ultima riga. Un romanzo da non perdere.»
San Francisco Book Review

Le vostre recensioni

Scrivi recensione

  • l'ho comprato pensando fosse un triller degno di patterson......grande delusione.....lette le prime pagine poi archiviato.....colpa mia x non aver letto...

  • Ciao a tutti, la mia storia rlaise al 2005, un anno che doveva essere il piu' bello della mia vita...

tutte »

Le vostre recensioni per "Witch & Wizard - Il dono"

  • il dono

    l'ho comprato pensando fosse un triller degno di patterson......grande delusione.....lette le prime pagine poi archiviato.....colpa mia x non aver letto la prefazione.....odio i libri di fantascienza......

  • Ciao a tutti, la mia

    Ciao a tutti, la mia storia rlaise al 2005, un anno che doveva essere il piu' bello della mia vita in quanto e' nato mio figlio, ma la realta' e' stata molto diversa, proprio a causa di una MAV. Noostante la gravidanza fosse andata benissimo fino a quel momento, all'improvviso insorge una gestosi epatica che costringe il ginecologo a far nascere mio figlio alla 33ma sett. con taglio cesareo. Nonostante la nascita prematura di un bimbo sia un trauma, dopo pochi giorni il piccolo viene dimesso dalla TIN e lo portiamo a casa. Passa un mese e mi torna il ciclo, e a quel punto il patatrac: accuso improvvisamente una fitta lancinante alla tempia dx, pur soffrendo spesso di mal di testa capisco subito che e' un dolore strano e diverso dal solito. Nei giorni seguenti accuso strani formicolii agli arti sx e poi malori cosi' forti durante i quali e' come se galleggiassi e sento addiritura la musica nelle orecchie! Per farla breve, anche se dentro di me sapevo di cosa si trattasse (ho sempre temuto queste patologie), dalla rmn e dalla successiva angiografia (sigh) risulta un angioma cavernoso in zona temporale dx, congenito, che si era messo a sanguinare per lo sbalzo omonale della gravidanza. Il neurochiurgo che mi segue, il dott. Versari, opta per l'intervento e 2 mesi dopo il parto mi opera e toglie la MAV. L'intervento riesce perfettamente, il dott. Versari mi ha infuso un grande coraggio, nelle sue mani mi sono sentita al sicuro dal primo istante in cui gli ho parlato. La convalescenza e' stata buona, non ho piu' accusato sintomi e dopo circa un anno e mezzo ho potuto smettere gli antiepilettici. Oggi, ripensando alla mia espienza, ringrazio mio figlio per essere nato prima, in quanto non voglio nemmeno pensare al rischio di un parto naturale, e credo che dietro tutto questo ci sia la mano del destino, ma la cosa che mi ha segnato di piu' e' la paura di dover rinunciare a una futura gravidanza. Io vorrei tantissimo un altro bimbo ma alla luce di quello che mi e' successo ho molti dubbi .