Casa Editrice Nord - La stanza dei morti

Thriller

Thriller

La stanza dei morti

di Franck Thilliez
La stanza dei morti
titolo
La stanza dei morti
ISBN
9788842914662
autore
Franck Thilliez
traduttore
Salina C.
collana
Narrativa Nord
dettagli
350 pagine, libro rilegato
Che ci faceva un uomo, con una borsa piena di soldi, sul ciglio di una strada ...
Che ci faceva un uomo, con una borsa piena di soldi, sul ciglio di una strada isolata nei pressi di Dunkerque? Vigo e Sylvain, due giovani informatici disoccupati, sono in preda al panico dopo aver investito e ucciso lo sconosciuto. Cosa fare? Denunciare l'incidente alla polizia o prendere il denaro e fuggire? Due milioni di euro? Dopotutto non c'è nessun testimone. O almeno così credono. Ciò che i due non possono sapere è che quel denaro era il riscatto per il rapimento di una bambina e che il rapitore ha assistito all'incidente, quindi li ha visti? Toccherà a Lucie Hennebelle, poliziotta ambiziosa e tormentata, con una segreta attrazione per i comportamenti deviati e i profili psicologici dei serial killer, mettersi sulle tracce del criminale e cercare di salvare la vita della ragazzina, in una spasmodica corsa contro il tempo. L'indagine sarà una vera e propria discesa nell'inferno di una mente diabolica, in una sconvolgente spirale di dolore e violenza, sullo sfondo di uno scenario angosciante: la desolata provincia industriale del Nord della Francia. Pubblicato da un piccolo editore locale, nel giro di pochi mesi La stanza dei morti ha conquistato il pubblico francese, scalando le classifiche di vendita. Anche la critica ha consacrato il talento di Thilliez, definendo il suo romanzo «la risposta europea al Silenzio degli innocenti».

Le vostre recensioni

Scrivi recensione

  • Franck Thilliez dipinge con abilità una storia cupa e adrenalitica. Una scrittura fatta di metafore e sensazioni che trae...

tutte »

Le vostre recensioni per "La stanza dei morti"

  • Una poetica dell'assassinio realizzata con particolare maestria.

    Franck Thilliez dipinge con abilità una storia cupa e adrenalitica. Una scrittura fatta di metafore e sensazioni che trae beneficio da approfondite conoscenze sulla tassidermia e la chirurgia, arricchendo un'opera già macabra e inquietante, senza appesantirla. Un romanzo ben costruito che aggiunge un pizzico di originalità all'argomento, quello delle menti psicopatiche. Una pecca: per un romanzo così promettente, il finale è deludente e affrettato.